ROTOLARSI NEI LETTI

Rotolarsi nei letti dimenticati da quadri astratti dipinti nella notte far con te le lotte assaporar il tuo seno e poi come un incantesimo d’inverno sentir la neve sui nostri nudi corpi contorti in un’estasi D’Amore .       Lirica di Raimondo Loroga Dedicata al regista e scrittore Agnese Luzi. Iscritta alla Coupe de Paris 2012

LA LACRIMA

Tornero’ ad esser lacrima che non scorre sul viso tornero’ ad esser foglio e lanciato nel vento tornero’ ad esser fiamma per non oscurar la mia notte e nascondero’ quel mio pianto come spesso ho fatto tenendo in me stesso un solo dolore. Tornero’ ad esser amore quasi sempre scontento tornero’ ad esser ghiaccio per restarne sepolto in un solo … Continua a leggere

LA SCIARPA DIMENTICATA

Voglio esser il tuo desiderio di follia d’una notte la sciarpa dimenticata le scale su cui mai sei sailta o l’ultimo gradino dove ti sei addormentata la tua pipi’ del mattino un tenero bacino oppure quel qualcosa che arriva a me vicino e si confonde nel mio forse .     Lirica di Raimondo Loriga.   Dedicata ad Alycia. .

UNDECIM (gli Undici)

Nel Febbraio del 1988,composi questa Lirica,dal titolo in Latino,”Undecim”,con la crisi della centrale atomica in Giappone,che ci potrebbe portare alla soglia dell’Apocalisse,dovuta al terremoto di 8,9 magnitudo,e relativo devastante Tsunami,rimane il fatto che questo numero,ovvero l,11 che e’ un numero ad alto significato Esoterico,essendo anche il piu’ piccolo come Palindromo,quinto numero primo,ho scoperto una cosa strana,che e’ associato ai topi,un … Continua a leggere

AD ALYCIA

Un bacio virtualmente espresso con te e’ come un finto regresso una statua di gesso che sbriciola ancora il mio cuore. L’attesa ed il torpore d’un sogno la gioia celata nell’amore immagino che le tue labbra siano le mie labbra che niente quando ci abbracciamo intorno cadda ma ci lasciamo sorridenti nell’oscura finzione avvinti come amanti e non piu’ come … Continua a leggere

Lulu’ Ed Isabella

Dolce e amara come una smielata caramella un po Lulu’ e un po Isabella, nel tuo cammin la Croce il deserto atroce di amori impossibili la vietata aurora il sollevato Cammino ed io bambino che nasco ad ogni Tuo parto. Con Te diparto dalla mia Soglia Oscura perforante Creatura che abbaglia ogni mio sogno.     Lirica di Raimondo Loriga,dedicata … Continua a leggere